Please accept marketing cookies to watch this video.

Innovazione, tecnologia, mindset: la soluzione al nuovo asset commerciale mondiale

Negli ultimi tempi, a causa della pandemia Covid19, si è sentito spesso parlare di distanziamento sociale per indicare la necessità di mantenere gli individui, gli uni dagli altri, ad una distanza di sicurezza che prevenisse l’eventuale contagio. Tuttavia la scelta di questi termini implica anche la percezione di un isolamento, a livello personale e aziendale, dal quale ci dissociamo. Le prospettive cambiano se scegliamo di guardare alla nuova situazione globale con un atteggiamento propositivo. È quello che è successo nell’esempio virtuoso che segue in cui, grazie anche alla collaborazione di partner dalla mentalità proiettata al futuro come FAE (Solution Partner di Siemens, Industrial Automation and System Integrator), Costruzioni Meccaniche Luigi Bandera (Blown&Flat Die Extrusion lines, Pellettizing and Recycling) e Siemens, è stato possibile non soltanto portare a termine nei tempi previsti consegna, installazione e avviamento di un impianto per l’estrusione di materiale plastico riciclato, ma è stato possibile anche implementare nuove modalità per farlo. Più snelle, più performanti, più economiche, in linea con gli attuali orientamenti del DIH Lombardia di Confindustria, con cui FAE ha fatto l’assessment per la valutazione della propria maturità digitale.

Partner tecnologici per una cordata verso il futuro

Il progetto inizia con la richiesta di fornitura di una linea di produzione di foglia PET per imballaggio alimentare, da parte una nota azienda con sede in UK specializzata nel food-packaging. Con l’avvento della problematica COVID, lo start-up della linea presso il cliente è stato messo in forse dalle forti limitazioni sullo spostamento internazionale dei tecnici.
La soluzione presto avanzata è stata quella di eseguire il commissioning completamente da remoto, con conseguente rispetto dei tempi e abbattimento dei costi. Il commissioning da remoto è stato possibile perché la tecnologia già predisposta sull’impianto, tutta a marchio Siemens, ha permesso – con alcune implementazioni – di gestire ogni fase del processo a distanza. FAE, Industrial Automation Specialists & System Integrator, ha predisposto sull’impianto la tecnologia Siemens che, permettendo a tutti gli apparati (driver, PLC, moduli di sicurezza eccetera) di comunicare tramite un unico protocollo di comunicazione, ha creato l’interconnessione di tutte le parti del sistema garantendo i più elevati standard di Cyber Security all’interno dell’area di produzione e per l’integrazione del mondo OT verso la rete IT aziendale.

Una control room in contatto con il mondo

Da una control room deputata alla gestione del controllo tecnico da remoto, la tecnologia odierna permette di gestire non solo le fasi di commissioning ma anche quelle di monitoraggio e assistenza a distanza. Nella fase di start-up i tecnici hanno verificato la completa conformità del sistema rispetto alle specifiche di progetto, intervenendo in tempo reale in caso di correzione.

Vantaggi del commissioning remoto

Nel contesto pandemico il commissioning ha permesso la messa in funzione dell’impianto nei tempi stabiliti ma, anche senza considerare le limitazioni alla mobilità imposte dai governi per contenere la diffusione di COVID19, le attività remote sull’impianto garantiscono sempre almeno tre grandi vantaggi:

  • Manutenzione costante e controlli predittivi
  • Intervento immediato
  • Supporto specialistico in tempo reale per i tecnici in sede di impianto
  • Vantaggio economico

Tecnologia e progresso

Appare dunque evidente come, in prospettiva presente e futura, le tecnologie di controllo remoto applicate agli impianti divengano non solo auspicabili, ma necessarie.
Considerando, oltre alla fase di avviamento, anche la gestione completa del macchinario, la tecnologia di controllo remoto diverrà sempre più richiesta anche in fase di monitoraggio e assistenza. Nel primo caso per la verifica del corretto funzionamento degli impianti e la prevenzione di fermi-macchina, nel secondo per operare interventi manutentivi o correttivi.

Trasformare i limiti in opportunità

Dirlo è facile, talvolta suona arrogante. Eppure trasformare le difficoltà in opportunità di crescita è possibile. A volte ci si tenta e a volte ci si riesce perfino.
In questo caso abbiamo voluto raccontarvi una storia a lieto fine. Non solo per il cliente o per i partner coinvolti nella realizzazione del progetto, ma per tutto il settore industriale, affinché lo slancio in avanti e la buona riuscita del progetto siano sprone e invito a chiunque a perseverare, tentare, innovare.

Nel link il VIDEO CASE-STORY del commissioning dell’impianto.

https://youtu.be/1rbLk4xA0O8

CONTATTI e REFERENTI
FAE: Emilio Liuzza, General Manager | Email: emilio.liuzza@fae-srl.it
COSTRUZIONI MECCANICHE LUIGI BANDERA:  Andrea Gorla, Marketing e Comunicazione | Email: a.gorla@lbandera.com